Il Territorio

ALLA SCOPERTA DELL'ALTIPIANO

La Sardegna è la seconda isola del Mare Mediterraneo per estensione e densità di popolazione ma è anche un mini continente per le notevoli varietà di ambienti naturali ed umani che la caratterizzano.
Molti aspetti naturali scomparsi in altre zone della penisola, in Sardegna si sono potuti conservare: coste solitarie, montagne, foreste, animali rari e piante endemiche.

In questo ambiente ancora incontaminato, già di per sé unico e irripetibile, c’è un’isola nell’isola, è la Sardegna del Sud Ovest.
Ancora molto selvaggia e ricca di vegetazione mediterranea, in questa parte dell’isola abbondano tutte le tonalità del verde e dell’azzurro, intensi profumi, panorami spettacolari e una costa estremamente diversificata in cui lunghissimi litorali sabbiosi si alternano a piccole cale e scogliere.

In un contesto naturale di rara bellezza, nel cuore verde del Sulcis Iglesiente campeggia l’altipiano di Seddas Moddizzis. Fu qui che tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 venne edificato il Villaggio Minerario Asproni.  A 8 km da Iglesias, ci si arriva dopo aver percorso una strada sterrata in buono stato di manutenzione che, dopo una serie di tornanti, conduce ad un vasto pianoro a circa 240 mt sul livello del mare, che è ben visibile in lontananza.
Il luogo deve il suo nome alla presenza di vastissime distese cespugliose di lentisco, cisto e corbezzolo le quali accompagnano il visitatore sino all’ingresso del Borgo Minerario.
Seddas Moddizzis vuol dire infatti “Sella del Lentisco”.
Il verde, la quiete, il panorama che si ammira dall’alto e il paesaggio incontaminato tutto intorno al Villaggio rendono questo sito davvero unico e magico, meta imperdibile per chi ama stare a contatto con la natura e allo stesso tempo lasciarsi andare a un viaggio nel tempo.

Sull’altipiano, contornato a ovest e a est da un susseguirsi di colline e canaloni, la storia mineraria del XIX e XX si è poggiata su 4 pilastri:

  • Il Villaggio Minerario Asproni
  • I primi Forni di calcinazione a tino
  • La Laveria
  • La Miniera

gli stessi su cui, a 50 anni dalla fine dell’attività estrattiva, poggia oggi il progetto di rinascita del Villaggio.

Nel recente passato tutto il complesso di edifici dell’altipiano è stato inoltre inserito nel CAMMINO MINERARIO di SANTA BARBARA, un percorso a tappe di 500km tra mare, monti e miniere che, partendo da Iglesias, attraversa ad anello tutto il Sulcis Iglesiente e il Guspinese lungo gli antichi cammini minerari.

GEOLOCALIZZAZIONE

Newsletter

INFO

Privacy Policy

Ringraziamenti

Sito ufficiale VIL.MIN.AS. sas - 2021